Mio nonno

By | 23/11/2015

Avevo 18 anni ed ero già mamma di una bimba di 2, nella mia famiglia tutte le donne siamo state veloci nel restare incinta. Iniziando dalla nonna che ha avuto mia madre a 14 anni e mia madre a avuto me a 15, pertanto i mie nonni era ancora giovani poco più che quarantenni, e pienamente attivi.

A giugno parto con la mia bimba e nonni direzione casa al mare, Antonio quello che poi diventerà mio marito resta a casa deve preparasi per la maturità. Una sera metto a letto la bimba e mi metto a leggere, il caldo è tanto e mi viene sete. Vado giù verso la cucina e passo davanti alla sale la porta e socchiusa e si intravede la luce della lampada, si sentono dei chiari gemiti, mi avvicino piano. Sono i nonni che ci stanno dando dentro alla grande, mia nonna piegata a 90 appogiata al divanoe mio nonno la sta scopando da dietro, si vede perfettamente l’asta dura del nonno che stantuffa la figa di nonna. Vanno avanti per un po, e senza accorgermene mi masturbo.

Vedo l’asta dura di nonno uscire dalla figa è lucida per gli umori di nonna, sta per venire, la nonna si gira e lui le sborra in faccia e sulle tette, poi si abbassa le alza e allarga le gambe e prende a leccarle la figa e a scoparla ficcandole dentro le dita, mentre la nonna raccoglie la sborra dalle tette e la lecca avidamente.

Dopo pochi minuti sento la nonna soffocare un grido e viene schizzando i suoi umori nella bocca del nonno. Sto per venire pure io e scappo in bagno mi masturbo fino a venire. Il mattino dopo mi sento un po in imbarazzo ma la bimba mi impegna e poi penso, sono giovani ovvio che scopino ancora. Per i giorni a seguire tutto scorre regolarmente, di giorno tutto ok la sera con la loro solita scopata, io che non la smetto di spiare.

Non avevano alcun freno, vedere mio nonno con un asta di tutto rispetto stantuffare figa e culo di nonna, senza sosta, e vederla montargli sopra e impalarsi e godere in quel modo mi eccitava.  Una mattina di luglio scendo con la bimba a far colazione e trovo solo  nonno. Mi spega che la nonna è tornata a casa per un problema in  ufficio e tornerà tra qualche giorno. Facciamo colazione e andiamo al  mare tutto normale.

La sera come al solito metto la bimba a dormire,  vado giù per dare la buona notte a mio nonno, mi avvicino alla sala mi  accorgo che e seduto sul divano ha acceso la tv sta guardando un film  porno ha solo i boxer su e si sta masturbando. Il cazzo è ben in vista  bello dritto e duro, non ci penso su due volte apro la porta e mi  dirigo diretta al divano.

Lui sembra imbarazzato e tenta di coprirsi,  ma lo fermo e senza parlare mi inginocchio e lo prendo in bocca, come  avevo visto fare alla nonna. Inizio a spompinarlo. A dire del nonno un  pompino da paradiso. Dopo il primo momento il nonno si rilassa prende  la mia testa tra le mani e detta il ritmo di quella pompa.

Il suo cazzo  è troppo grande per mia bocca, ma lui me lo ficca tutto in gola ”  Brava la mia nipotina prendilo tutto e prendi pure le palle” . Mi  sembra assurdo invece è possibile, mi piace, e piace pure a lui. Dopo  un po che andiamo avanti mi ferma, sta per venire e non vuole ancora,  mi fa sistemare sul divano, mi apre le gambe mi appoggia la mano sulla  figa ” sei bellissima e tutta gonfia e bagnata” ci passa dentro un dito  e se lo lecca ” non sapevo che la mia nipotina fosse così succosa”.

Inizia subito a leccarmi, mi mette dentro prima un dito poi due ”  tesoro sei troppo stretta per il mio cazzo” ” nonno non fermarti e  scopami”. Non se lo fa ripetere, continua a leccare e succhiare il  clito, e scoparmi fino a ficcarmi dèntro tre dita. Non so quante volte  ero già venuta ma non ne avevo ancora abbastanza. Mi si stende sopra  mi appoghia la cappella gonfia alla figa e spinge dentro.

Aveva ragione  ero un po stretta, ma lui mi ha allargata. Mi sentivo svenire, la mia  figa è un lago il suo cazzo subito si bagna e scivola dentro con  facilità. Mi scopa con tanta forza che ad ogni colpo penso mi stia  ficcando dentro anche le palle. Andiamo avanti per un bel po, i miei  orgasmi si ripetono senza sosta, lui è pronto sta per venire, lo ti  fuori ” apri la bocca” io la apro ancora un paio di colpi di mano e mi  sborra in bocca e sul viso. “Brava, ed ora da brava troietta ingoia  tutto puliscimi per bene che non abbiamo ancora finito”.la sua sborra e  buona dolce e calda, eseguo tutto.

Appena finito mi gira a 90 e inizia  a leccare il culo e il mio buchetto. Lo sento sta per metterci dentro  un dito. Lo fermo ” no nonno il culo no, è ancora vergine” … senza  fermarsi “Appunto”…. iniza a lavorarmi il buchetto, lo lecca mette  dentro un dito e cerca fi dilatarlo, il dolore è tanto. ” nonno ti  prego mi farai male” .. ” lo so ma tranquilla poi ti piacerà”. E da un  po che ci gioca passa dal culo alla figa con la lingua e le dita per  lubrificare bene. ” ora da brava masturbati e quando te lo dico io  feccati due dita nella figa e scopati”.

Non ho fiato per rispondere  eseguo e basta. Sento il suo cazzo farsi largo nel mio culo e la  cappella bella gonfia puntate al mio buchetto, mentre io mi sto ancora  masturbando. ” Vai bimba ficca dentro le dita” mi prende per i fianchi,  un colpo secco. Io urlo. Mio nonno mi ha rotto il culo. Resto senza  fiato, dopo il primo impatto il dolore lascia spazio al piacere, io mi  rilasso, lui inizia con piacere a scoparmi il culo a dovere.

Affonda  sempre di più fino a che all’apice del piacere mi urla” vengo bimba,  vengo nel fantastico culo di mia nipote”…. e mi sborra dentro. La mia  mano gronda dei miei umori. Mi si accascia sulla schiena, il suo grosso  cazzo è ancora nel mio culo dolorante, lo tira fuori. Mi gira mi  abbraccia ” spero di non averti fatto troppo male.” Gli sorrido ” il  piacere è stato più del dolore.” “Mi auguro che ora la smetterai di  spiare me e la nonna mentre scopiamo” lo guardo ” ve ne siete accorti?”  .. ” tranquilla solo io ti ho vista, e la cosa mi piaceva, sapere che  ti masturbavi guardandoci raddoppiata la mia voglia.

Non abbiamo mai  scopato tanto con tua nonna” e ride. … poi continua ” è andata via  con la scusa dell’ufficio perché non reggeva più troppo sesso mi ha  detto che aveva il culo in fiamme.” Ci siamo addormentati. Il mattino  dopo mi sono svegliata all’alba ho preso mia figlia e portati dai nonni  paterni dicendo che il nonno era influenzato e non era il caso di  tenetla li. Sono tornata a casa di corsa, entro e sento il rumore della  doccia, salgo di corsa e mi spoglio per le scale, mio nonno è in  doccia e si sta segnando, entro in doccia e prendo il posto della sua  mano. ” Dov’eri?” ”

Ho portato la bimba dal padre abbiamo pochi giorni  e non voglio sprecarli”. Abbiamo passato quasi una settimana chiusi in  casa. Mi ha scopato in ogni luogo e in ogni posizione possibile,  sborrato in faccia, in bocca e nel culo tante di quelle volte da aver  perso il conto, ho più volte bevuto con avidità la sua sborra, e lui  bevuto, assaporato i miei umori e visitato tutti i miei buchetti, il  mio culo non aveva più ostacoli per lui.

Al rientro della nonna nulla  è cambiato solo loro con gioia della nonna non scopavano più tutte le  sere. Ma con me il nonno non ha sprecato un solo giorno, in un modo o  nell’altro o meglio in buco o nell’altro la mia dose di sborra  giornaliera non mi è mancata.

Ultime Ricerche: